Si è da pochi mesi chiusa la finestra per usufruire della cosiddetta Quota 100, una misura di anticipo pensionistico introdotta dal Governo Lega-M5S nel 2019 e rimasta attiva fino al dicembre 2021. In vista delle elezioni politiche del prossimo 25 settembre, la Lega ha proposto un ulteriore intervento straordinario sul fronte pensioni, Quota 41.

Il presunto ricambio

La nuova misura consentirebbe di raggiungere i requisiti per il pensionamento dopo 41 anni di versamenti contributivi, indipendentemente dall’età anagrafica. Nel dibattito pubblico questo intervento viene spesso promosso facendo leva sul presunto ricambio di personale all’interno delle aziende che una simile misura potrebbe indirettamente incentivare.