7 minuti
Grandangolo sul Continente fiaccato dal Covid e che rischia una nuova crisi economica come negli anni 80 del secolo scorso. Rivolte di piazza in Cile, Perù, Colombia, Bolivia e, per la prima volta da un trentennio, anche a Cuba. E poi Uruguay e Venezuela, Argentina e Brasile (con il presidente negazionista Jair Bolsonaro). Determinanti gli Usa: a sei mesi esatti dal suo insediamento, Biden non ha ancora formulato una linea politica d’azione per l’America Latina, salvo mandare messaggi sempre più espliciti (anche attraverso la sua vice Kamala Harris) che la politica di blocco dell’immigrazione non cambia e assistere inerte alla penetrazione della Cina.