Lo scorso 2 agosto, la speaker della Camera statunitense Nancy Pelosi ha vistato Taiwan. L’evento ha segnato un ulteriore e deciso inasprimento dei rapporti tra Washington e Pechino rispetto alla questione taiwanese. Il motivo del contendere, ovvero lo status internazionale dell’isola e il suo futuro, sono una sineddoche dello scontro tra le due potenze: una parte - il caso Taiwan - per indicare il tutto - il confronto tra Usa e Cina. È intorno a quest’isola che gli strateghi e decisori di entrambi i paesi pensano si giochi la partita più importante: mantenimento del potere globale americano, o compimento dell’ascesa del dragone cinese.