Travolta dalle crescenti tentazioni dell’uso di armi atomiche (seppur limitato a ordigni tattici a bassa potenza) che si diffondono dal conflitto in Ucraina e dalla generale corsa al riarmo (convenzionale e non) che ne è scaturita, la notizia del fallimento della Conferenza di Riesame del Trattato di non proliferazione nucleare, svoltasi nel mese di agosto a New York, è scivolata via nel disinteresse generale.