Lo scoppio della guerra in Ucraina è sin d’ora giustamente considerato uno spartiacque storico. Dal 1945 non si assisteva a un conflitto di tali dimensioni, che coinvolge direttamente o indirettamente le grandi potenze mondiali. Eppure, sebbene la centralità di questo conflitto ne indichi una rilevanza non comune, non così la sua drammaticità, che non deve essere vista come al di fuori del tempo che abitiamo. Anzi: la guerra in Ucraina si colloca in un quadro di crescente instabilità globale, che ha nell’invasione russa solo il suo manifestarsi più evidente e gravido di conseguenze.