Recentemente, l'Agenzia Internazionale dell’Energia (AIE) ha pubblicato un report sulle politiche pubbliche da adottare nel breve termine per ridurre nei prossimi quattro mesi gli effetti negativi dell’attuale crisi energetica. Una buona parte della stampa italiana e dei commentatori economici hanno sorriso alla lettura del rapporto AIE perché sembra proprio una semplice ripetizione dei provvedimenti, alquanto pionieristici, che avevamo preso in Italia ai tempi dell’oil shock del 1973, quello causato dalla guerra del Kippur e dai paesi OPEC ostili a Israele.