Come avevamo visto nel caso della Svizzera (1), gli eventi enormemente improbabili ogni tanto accadono. Il che li rende meno «enormemente» improbabili, e solo «passabilmente» improbabili. Il caso del franco svizzero era esagerato – undici volte la deviazione standard (2). Il caso della Borsa statunitense è meno esagerato, ma le volte in cui devia dalla media delle deviazioni per ben quattro volte sono – a differenza del passato – sempre più frequenti.

escusioni della borsa statunitenseescusioni della borsa statunitense

Come si vede, le escursioni «esagerate» hanno cominciato a palesarsi negli anni Ottanta, sono cresciute a cavallo del Duemila e sono diventate frequenti negli ultimi anni.

 

(1) http://www.centroeinaudi.it/il-progetto-1/notizie-economiacentroeinaudiit-97/1232-la-svizzera-e-gauss.html

(2) Il franco, come la Borsa statunitense, come tutte le attività finanziarie, oscilla sempre e quindi ha un’escursione media. La radice quadrata della varianza è l’escursione media, altrimenti detta deviazione standard. Un’escursione pari a undici volte, come nel caso svizzero, oppure di quattro volte, come nel caso statunitense, in una distribuzione normale, che è detta gaussiana, è un evento quasi impossibile. Si danno due casi: o abbiamo a che fare con una vera bizzarria, oppure ai mercati finanziari non è applicabile la distribuzione statistica detta normale.