È uscito il nuovo Rapporto dell'OECD (1) e sta per uscire il nuovo rapporto del Fondo Monetario sulla finanza. Lo scenario di base dell'Ocse è simile allo scenario peggiore dell'Amministrazione. Lo stress del sistema finanziario è di gran lunga il maggiore dal 1996.  

Il sistema bancario statunitense sarà sottoposto al cosiddetto «stress test», ossia si fanno delle simulazioni, sotto diversi scenari, dei bilanci bancari per vedere come tengono e di quanto intervento pubblico hanno bisogno. Si simula lo scenario migliore, l'intermedio e il peggiore. Il Rapporto dell'Ocse ha uno scenario di base (quello più probabile) che è eguale al peggiore scenario (che non è quello più probabile) che l'Amministrazione intende simulare. Vedi il primo grafico.

Il Fondo Monetario ha stimato il livello di stress dei sistemi finanziari dei paesi avanzati e di quelli in via di sviluppo. Si prendono in considerazione gli andamenti della azioni bancarie rispetto agli indici, la differenza fra il tasso cui le banche si prestano il denaro e il tasso praticato dalla banca centrale, nonché la curva dei rendimenti, ossia la differenza fra i titoli del Tesoro a tre mesi e dieci anni. Lo stress finanziario dei paesi avanzati non è mai stato così elevato dal 1996, e quello dei paesi in via di sviluppo è maggiore di quello della crisi asiatica e russa. Vedi il secondo grafico.

La conclusione è ovvia, non siamo alla fine della crisi.


(1) http://www.centroeinaudi.it/notizie/la-solidita-dei-bilanci-pubblici.html


stress_test_obama_e_oecdstress_test_obama_e_oecdstress_test_obama_e_oecd


stress_finanziario_imfstress_finanziario_imfstress_finanziario_imf