È difficile prevedere gli sviluppi nell’immediato, a livello tattico e militare, della guerra in Ucraina. Non è altrettanto difficile constatare che si sta assistendo all’emersione di un nuovo ordine mondiale. Questo è evidente per l’Europa, intesa come spazio geopolitico. Ma lo è anche per il Medioriente. L’attuale conflitto europeo si inserisce in dinamiche già avviate nella regione: esaltandole ed esasperandole, ci fa scorgere i prodromi di importanti sviluppi di medio-lungo periodo.