Sottoposto da un quadriennio alle più dure sanzioni economiche mai comminate dagli Stati Uniti a un Paese straniero, l’Iran esce economicamente e politicamente prostrato dalla presidenza Trump, che l’ha inserito, nella "Nuclear Posture Review 2018", tra la maggiori “minacce contemporanee” ai suoi interessi, dopo Russia, Cina e Corea del Nord.